con il patrocinio di:

Associazione di promozione  sociale che ha ideato e progettato l’area cani e Villa Mylius ed organizza incontri seminari ed eventi per il benessere degli amici a 4 zampe.

Cosa fare quando...

 

Di seguito vengono riportati alcuni consigli e suggerimenti per gestire alcune situazioni con le quali potremmo trovarci ad affrontare.

Vengono tralasciate volutamente le problematiche strettamente sanitarie per le quali è opportuno rivolgersi al proprio Veterinario di fiducia.

 

IL CANE ENTRA IN FAMIGLIA

Al di là degli aspetti sanitari, come detto, è necessario accertarsi che l’animale sia provvisto di sistema di identificazione (tatuaggio o microchip). Se la risposta è negativa bisogna provvedere immediatamente all’identificazione ed alla registrazione in banca dati regionale, recandosi presso un qualunque Veterinario libero professionista accreditato o presso le sedi distrettuali veterinarie dell’ASL.

 

Il proprietario dovrà necessariamente portare un documento di riconoscimento in corso di validità ed il codice fiscale, utili per la registrazione stessa . Se l’animale possiede già un microchip e quindi di proprietà, è necessario che da ambo le parti venga compilato apposito modulo defi nito: “Certificato di registrazione di passaggio di proprietà” (vedi allegato 2). Anche se identificato con tatuaggio leggibile, dal 03/07/2011 è necessario provvedere anche all’applicazione del microchip. Se è identificato con tatuaggio non leggibile, è obbligatorio applicare un microchip ed effettuare quindi il passaggio di proprietà.

 

IL CANE VIENE CEDUTO

In questo caso sia colui che cede il cane, sia il nuovo proprietario sono obbligati a denunciare all’anagrafe canina (Servizio Veterinario ASL o Veterinario libero professionista accreditato) tale evento, entro 15 giorni.

La mancata comunicazione comporta per entrambi una sanzione da 25 a 150 euro.

 

IL CANE VIENE SMARRITO

La scomparsa di un cane deve essere denunciata dal proprietario, possessore o detentore entro 7 giorni dallo smarrimento alla Polizia Locale competente per territorio, al Distretto veterinario di appartenenza o ad un libero professionista accreditato. Chi riceve la segnalazione deve contestualmente provvedere a registrarla nell’anagrafe e rilasciare una ricevuta. La mancata denuncia comporta una sanzione da 25 a 150 euro.

 

SI CAMBIA LA RESIDENZA

Anche in questo caso è necessario comunicare all’Anagrafe canina (ASL o Veterinario libero professionista accreditato) il cambiamento entro 15 giorni. La mancata comunicazione comporta una sanzione da 25 a 150 euro.

 

IL CANE MUORE La denuncia di morte, spesso dimenticata, deve essere segnalata entro 15 giorni dall’evento (ASL o Veterinario libero professionista accreditato) mediante l’utilizzo del modello (vedi allegato 3) o fac simile. La mancata comunicazione comporta una sanzione da 25 a 150 euro.

 

SI INVESTE UN ANIMALE

La legge N° 120 del 29/07/2010 ha modificato l’art. 189 del D Leg.vo 285 del 30/04/1992 aggiungendo il seguente comma: «9-bis. L’utente della strada, in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti, ha l’obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subìto il danno. Chiunque non ottempera agli obblighi di cui al periodo precedente è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 389 a euro 1.559. Le persone coinvolte in un incidente con danno a uno o più animali d’affezione, da reddito o protetti devono porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso. Chiunque non ottempera all’obbligo di cui al periodo precedente è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 78 ad euro 311».

 

SI TROVA UN ANIMALE MORTO PER STRADA

È buona norma non toccare la carcassa se non con la protezione di opportuni guanti. È comunque necessario avvisare la Polizia locale o, se non disponibile, il Servizio Veterinario dell’ASL che provvederanno ad organizzare la rimozione della carcassa e a comunicare il ritrovamento al proprietario, qualora l’animale sia provvisto di sistema identificativo.

 

UN CANE CI MORDE

È essenziale che l’evento venga segnalato con sollecitudine al Servizio di Igiene Pubblica o al Servizio Veterinario dell’ASL, al fine di consentire il tempestivo controllo dell’animale morsicatore.

Il proprio Medico di fiducia o il Medico del Pronto Soccorso ai quali recarsi per le opportune cure, hanno l’obbligo, mediante la compilazione di opportuna modulistica, di segnalare la morsicatura ai Servizi sopra indicati, consentendo di monitorare il fenomeno e raccogliere dati epidemiologici puntuali, quali strumenti indispensabili per adottare gli eventuali ulteriori provvedimenti.

 

Tratto da: La provincia di Varese e la lotta al Randagismo

Si ringrazia  il Dott. Coerezza e La Provincia di Varese, per la gentile concessione dell'utilizzo dei testi qui riportati.


Visualizza Dogs' City Park in una mappa di dimensioni maggiori

Orari

GENNAIO/ FEBBRAIO/MARZO

dalle 8.00 alle 18.00

APRILE

dalle  8.00 alle 19.00

MAGGIO

dalle  8.00 alle 20.00

GIUGNO/ LUGLIO/AGOSTO

dalle  8.00 alle 22.00

SETTEMBRE

dalle  8.00 alle 20.00

OTTOBRE

dalle  8.00 alle 19.00

NOVEMBRE/DICEMBRE

dalle  8.00 alle 18.00

Richiedi informazioni

L'invio dei moduli sottointende il consenso al trattamento dei dati personali - privacy

Parco di Villa Mylius

Via Fiume e Via Paolo Veronese - Varese

info@dogscitypark.it

- seguici su Facebook

 

- trovi le nostre foto su Flikr

© 2015 Dogs' City Park   - privacy e cookie policy

Sito progettato e realizzato da Imaginaria